Il nostro aiuto per proteggerti dall'incertezza della strada 

Siamo un gruppo di educatori che offrono servizi sociali, legali e sanitari alle persone che si trovano in condizione di fragilità e che hanno bisogno di tutele e accompagnamento ai servizi.

Il Progetto Traffic Light ha sperimentato da 20 anni un approccio fondato sul rispetto dei diritti umani e della dignità delle persone che incontriamo sia in strada che nei luoghi al chiuso.






  

 

Tutte le foto del contest "Obiettivo Donna" potete ammirarle nella galleria del concorso!


Nuovo promettente vaccino per l'HIV

Una ricerca effettuata presso il National Institute of Allergy and Infectious Diseases, una organizzazione governativa statunitense, ha portato alla scoperta di un vaccino per l’HIV che si è dimostrato efficace su dozzine di ceppi virali. Per ora non è stato testato su umani, ma su cavie e scimmie, ma in ogni caso il vaccino ha prodotto la risposta desiderata nel sistema immunitario.

Per ora non è stato testato su umani, ma su cavie e scimmie e non si è ancora nemmeno alla fase in cui testare se le protegge dal contagio.

leggi di più 0 Commenti

Le donne egiziane si ribellano alle mutilazioni genitali

Per contrastare la violenza di genere in Egitto, aiutare le vittime e supportare il sistema sanitario nazionale per la cura e la prevenzione del fenomeno, COSPE Onlus ha attivato il progetto “My Life Back”, per dire no alla terribile cultura di violenza che colpisce senza sosta la popolazione femminile.

In Egitto il 99,3% della popolazione femminile ha subito almeno una forma di molestia sessuale.

leggi di più

Hiv, tubercolosi, epatite C: il Parlamento Ue si mobilita

Il Parlamento Ue chiede alla Commissione impegno comune per combattere le malattie a trasmissione sessuale più pericolose.
Sviluppare un programma a livello Ue a lungo termine per affrontare l'aumento delle epidemie di Hiv, tubercolosi ed epatite C, malattia quest'ultima da eradicare entro il 2030. È quanto chiede alla Commissione il Parlamento europeo in una risoluzione approvata per alzata di mano durante la plenaria a Strasburgo.
Gli eurodeputati chiedono in particolare test per l'Hiv gratuiti per velocizzare la diagnosi, strategie per affrontare la crescente resistenza antimicrobica della tubercolosi e un approccio coerente per combattere l'epatite virale in tutta l'Ue.
Per il Parlamento europeo sono necessari programmi di sorveglianza delle infezioni per individuare in modo tempestivo focolai di queste malattie contagiose, valutare l'andamento dell'incidenza della malattia e monitorare efficacemente e in tempo reale la sequenza di diagnosi, trattamento e cura.
 

 

Nel 2015, secondo gli ultimi dati disponibili al Parlamento, circa 30mila nuovi casi di infezione da Hiv sono stati segnalati nei 31 Paesi dello spazio economico europeo. Circa 120mila persone in Europa hanno sviluppato una forma di tubercolosi multi farmacoresistente mentre l'epatite virale è considerata una delle principali minacce alla salute pubblica globale